Seleziona una pagina

CAVALLINO TREPORTI _ Un nuovo tipo di informazione turistica più precisa nei confronti degli ospiti e più vicina alle esigenze del territorio. Sono gli obiettivi del consorzio di promozione “Parco Turistico di Cavallino-Treporti” che, in base alla nuova Legge Regionale 11, si è evoluto in Consorzio di imprese. Proprio all’interno di questo ambito e in seguito alla costituzione dell’Organizzazione della Gestione della Destinazione (Ogd), la nuova realtà che sostituisce le vecchie Apt, il Parco Turistico gestirà direttamente i due Iat di Cavallino e Punta Sabbioni. Una nuova attività che è stata presentata questa mattina, durante un convegno che si è tenuto a Ca’ Savio. “Con questa nuova organizzazione il nostro Consorzio si è ammodernato”, ha spiegato il presidente del Parco, Paolo Bertolini, “Abbiamo cambiato il nostro statuto e la nostra struttura ora è diventata molto più snella. Questo ci permette di intervenire in maniera diretta nella promozione della località e nell’accoglienza dell’ospite. Il Consorzio con il proprio personale  svilupperà un’informazione più precisa di tutto il territorio, capace di coinvolgere attivamente i nostri ospiti e le aziende stesse, promuovendo anche i prodotti tipici del territorio”. Per questo motivo il Parco Turistico da oggi si occuperà anche della promo-commercializzazione delle aziende e dei loro prodotti. “La finalità è quella di coinvolgere e promuovere tutto il territorio indistintamente”, ha ribadito Bertolini, “Un obiettivo raggiungibile attraverso il coinvolgimento di tutto le aziende: serviranno precisione, efficienza e coinvolgimento. Oltre alla piena collaborazione fra tutti i soggetti coinvolti in questo progetto”. Non è dunque un caso se l’assessore al Turismo del Comune di Cavallino-Treporti Elisa Scarpa ha parlato di “importante cambiamento di mentalità”, esortando poi gli operatori a investire sulla formazione, mentre il sindaco Claudio Orazio ha confermato che l’Amministrazione comunale sosterrà  la nuova attività del Consorzio. “Le sfide affrontato fino ad oggi sono risultate vincenti”, ha chiosato il sindaco Claudio Orazio, “e se il turismo oggi continua a essere così importante è anche per la collaborazione avviata con l’Amministrazione. Con la Ogd stiamo disegnando il nuovo modello di sviluppo di Cavallino-Treporti, nel quale potremo inserire parchetti turistici con visite ai percorsi naturalistici, ai forti militari, ma anche la realizzazione di un museo archeologico a Lio Piccolo”. La promozione del territorio avverrà con il nuovo materiale promozionale realizzato dal Parco, grazie al coordinamento di Mattia Enzo, team leader progetto del Parco. Tutto il materiale, cartaceo e mediatico, è stato presentato in anteprima, riscuotendo un grande consenso tra il numeroso pubblico presente. A partire dal nuovo video istituzionale, nel quale è raffigurato tutto il territorio in presa diretta, ovvero senza alcun attore ma riprendendo la normale vita all’interno delle strutture ricettive. “Abbiamo realizzato del materiale in grado di comunicare e informare”, ha spiegato Enzo, “colmando delle mancanze che esistevano fino a oggi. Anche in questo caso verrà promosso tutto il territorio indistintamente. Per lo stesso motivo abbiamo realizzato un allegato alla brochure, censendo tutte le attività turistiche presenti nel nostro territorio”. Ad elogiare l’iniziativa e la nuova forma di accoglienza è stato anche il presidente di Assocamping, Armando Ballarin mentre Paolo Rosso, direttore del dipartimento turismo della Regione Veneto, ha illustrato l’iter che ha portato alla formazione dell’Ogd. Da ricordare che quella di Cavallino-Treporti non solo è la prima ad essere stata realizzata, ma sarà operativa già dai prossimi giorni negli uffici Iat.